06.1

La Commissione prende una decisione e può riconoscerti:

LO STATUS DI RIFUGIATO, è un tipo di protezione INTERNAZIONALE, e viene dato a  “chi temendo a ragione di essere perseguitato per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza ad un determinato gruppo sociale o per le sue opinioni politiche, si trova fuori del Paese di cui è cittadino e non può o non vuole, a causa di questo timore, avvalersi della protezione di questo Paese; oppure che, non avendo una cittadinanza e trovandosi fuori del Paese in cui aveva residenza abituale a seguito di siffatti avvenimenti, non può o non vuole tornarvi per il timore di cui sopra”.

LA PROTEZIONE SUSSIDIARIA, che è un tipo di protezione INTERNAZIONALE, può ottenerla chi si ritiene che rischi di subire un danno grave come condanna a morte, tortura, minaccia alla vita in caso di guerra interna o internazionale) nel caso di rientro nel proprio paese.

LA PROTEZIONE UMANITARIA: viene data quando si riconoscono “gravi ragioni di carattere umanitario” ovvero c’è un pericolo per il richiedente nel suo Paese di origine ma non rientra nelle prime due categorie, non si tratta di una protezione internazionale, come le prime due, ma viene data dalla Questura italiana su indicazione della Commissione.

06.2

La commisione può anche NON riconoscere nessuna protezione, parliamo in questo caso di DINIEGO, ad esempio non si riconosce la protezione a coloro che arrivano in Italia per cercare lavoro o una vita migliore.

La commissione Rigetta  la domanda nel caso in cui non creda alla storia personale del richiedente, perché quanto raccontato risulta “confuso” o “poco credibile”

06.3

In caso di esito negativo è necessario fare ricorso per poter permanere in Italia.
ATTENZIONE: il ricorso va presentato entro 30 giorni, e devi farti assistere da un avvocato.
In seguito al ricorso ti viene dato un Permesso di soggiorno per richiesta asilo.
Per i richiedenti trattenuti in CIE o CARA i tempi per il ricorso sono fissati a 15 giorni.

Il ricorrente ha diritto, se sussistono i requisiti di reddito, al gratuito patrocinio a spese dello stato.
Questo permesso di soggiorno è temporaneo ma può essere rinnovato per tutto il tempo della richiesta e permette di lavorare. Questo permesso di soggiorno  non può essere convertito per motivi di lavoro. Fino al primo grado di giudizio hai diritto all’accoglienza.

Nel caso ti sia stata riconosciuta la protezione INTERNAZIONALE  cioè asilo politico e protezione sussidiaria,  ti verrà rilasciato un PERMESSO DI SOGGIORNO ELETTRONICO (PSE) della durata di 5 anni, rinnovabile e convertibile (puoi trasformarlo in un diverso tipo di permesso, ad esempio per motivi lavorativi).

06.4

Nel caso ti sia stata riconosciuta la protezione UMANITARIA ti verrà rilasciato un PERMESSO DI SOGGIORNO ELETTRONICO (PSE) della durata di 2 anni, rinnovabile e convertibile. Anche questo puoi trasformarlo in un diverso tipo di permesso, ad esempio per motivi lavorativi.

06.5

In ogni caso ti verrà rilasciato il CEDOLINO o ricevuta in attesa della stampa del Permesso di Soggiorno Elettronico. il documento è valido SOLO per il territorio Italiano, e con esso si può lavorare.
Nota bene! Conserva sempre copia di tutti i documenti e i verbali della Questura, Prefettura e Commissione . In particolare la decisione della Commissione o del Giudice, verranno richiesti al momento del rinnovo del Permesso di Soggiorno!