02.1

Sei in Europa dove è valido il REGOLAMENTO DUBLINO III. Il principio base è che ogni domanda d’asilo deve essere esaminata da un solo Stato membro e la competenza ricade in primis sullo Stato che ha avuto il maggior ruolo in relazione all’ingresso e al soggiorno del richiedente nel territorio degli Stati membri.
La definizione della competenza è un momento molto importante perché chi ottiene la protezione internazionale NON ha poi la possibilità di soggiornare oltre 3 mesi regolarmente in un altro Stato UE, ciò significa che, salvo eccezioni, lo Stato che viene individuato dal Sistema Dublino come competente ad esaminare la domanda sarà lo Stato in cui l’interessato dovrà rimanere una volta ottenuta la protezione.

02.2

È quindi l’UNITA’ DUBLINO , che determina lo Stato competente ad esaminare la domanda di protezione internazionale, secondo diversi criteri. Quelli principali sono:

  • CRITERI FAMIGLIARI,
  • RILASCIO DI TITOLI DI SOGGIORNO O VISTI
  • INGRESSO o SOGGIORNO

CRITERI FAMIGLIARI:
è competente lo Stato dove si trova un familiare che abbia presentato domanda e /o abbia ottenuto una protezione internazionale; (è necessario che il desiderio degli interessati sia espresso per iscritto)

RILASCIO DI TITOLI DI SOGGIORNO O VISTI:
se il richiedente è titolare di un titolo di soggiorno o un visto valido è responsabile lo Stato che lo ha rilasciato, se il richiedente è titolare di più visti o titoli di soggiorno è competente lo Stato che ha rilasciato il documento con la scadenza più lontana.

Criteri di INGRESSO / SOGGIORNO
Quando è accertato (ad esempio tramite le impronte digitali) “che il richiedente ha varcato illegalmente, per via terrestre, marittima o aerea, in provenienza da un Paese terzo, la frontiera di uno Stato membro, lo Stato membro in questione è competente”.

Nota bene! anche se non prendono le impronte digitali potrebbero comunque stabilire la tua provenienza da un altro paese dell’Unione europea da prove indiziarie come il biglietto del treno.

02.3

In Italia, la verifica sulla competenza è affidata ad un apposito ufficio, che si trova a Roma ed è chiamato “UNITA’ DUBLINO”.
Mentre aspetti di sapere qual è lo Stato competente resti in Italia con regolare permesso di soggiorno come richiedente asilo.C
ontro la decisione dell’Unità Dublino puoi fare ricorso al giudice entro 60 giorni dalla decisione che ti è stata comunicata. Puoi farti assistere da un avvocato, anche con il gratuito patrocinio, ovvero a spese dello Stato.